Iscrizione 2015
Incubatotio di Treviso
Incubatoio di Lodi
Clicca "MI PIACE" sulla pagina ufficale di Facebook dello Spinning Club Italia così da rimanere aggiornato sulle attività del club!
 

 

Stampa

Piccolo è bello

Scritto da Filippo Fuligni.

Lo so che questa frase è usata spesso nell'intimità dalle vostre compagne per cercare di consolarvi, non preoccupatevi, in questo caso è riferita alla pesca, per la precisione nella pesca al cavedano, quando ridurre, anche di parecchio, le nostre esche è necessario per catturare i pesci più grandi.

Eccoci qua, dunque, con un altro articolo della mia serie dedicata alla pesca a spinning al cavedano, come ho anticipato nella premessa, parlerò di come e quando usare esche piccole pur mirando esclusivamente alla cattura dei grossi esemplari. Normalmente siamo portati a pensare che per fare selezione occorra usare artificiali di grosse dimensioni, e in effetti non è sbagliato, ma fa altrettanto selezione la scelta del momento e del luogo, anche usando, come nei casi che andrò a spiegare, qualcosa di molto piccolo.

Stampa

Avventure con il Black Bass – seconda parte

Scritto da Gian Domenico Bocchi.

E’ l’alba, un’ alba un po’ cupa e nebbiosa e là, dietro al convento delle Carmelitane Scalze (quello stesso nominato da Dumas nel libro “I tre moschettieri”) ci sono alcuni personaggi che si apprestano ad un cruento duello. Anche se preferiscono l’anonimato, sono tutti biologi ed ittiologi di chiara fama.

Il perché di tale sfida all’ultimo sangue, sangue di pesce nel caso specifico, è il fatto che tempo addietro c’era stato chi non solo aveva consigliato, approvato e sostenuto l’introduzione in Italia del persico trota che, come abbiamo visto nell’articolo precedente, verrà poi chiamato black bass, boccalone, branzino, oppure bass da varie associazioni e black dal sottoscritto, ma che aveva anche seguito da vicino le operazioni di allevamento, di semina e tutto il resto, elencandolo poi tranquillamente nei sacri testi di ittiologia come facente parte della fauna nazionale.

Stampa

Un artificiale, Tre artificiali

Scritto da Filippo Fuligni.

Negli ultimi anni la pesca a spinning ha fatto passi tecnici da gigante, soprattutto sotto la spinta del bass fishing, con tutte le novità arrivate dagli Stati Uniti, dal Giappone ed ultimamente, meno male, anche dall'Italia. Di questo progresso tecnico ne ha usufruito anche la pesca al luccio, con l'arrivo di una nuova filosofia di pesca fatta di esche siliconiche maxi, jerk bait ed esche oversize. Anche la pesca alla trota ha trovato nuova linfa soprattutto con l'avvento delle esche siliconiche e quindi tutta una serie di approcci e modalità di pesca differenti.

Gian Domenico Bocchi

Foto

Promozioni per i soci

Federico Ielli

Chiedilo all'esperto